Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK
     
 
28/01/2020 - 10:58  
Home Page   Contatti    
Home Page
STATUTO     
     
CENSIMENTI      
ULTIME NOVITA'      
REGOLAMENTI      
         
ANNUNCI     
PHOTOGALLERY     
LINK UTILI      

 

 

ULTIME NOVITÀ
..........................................................................................................................

INDICAZIONI OPERATIVE PER IL CONSEGUIMENTO DELL'ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE A PROVA DI TIRO 18/12/2019

la Giunta regionale con provvedimento n. 130-9037 del 16.05.2019 ha deliberato:

"di approvare le indicazioni operative per il conseguimento dell'attestato di partecipazione a prova di tiro, riportati nel testo allegato alla presente deliberazione per farne parte integrante e sostanziale e che sostituiscono le indicazioni sulla prova di maneggio dell'arma e tiro al poligono previsti dall'articolo 5 punto 3) della DGR n. 65-477 del 2 agosto 2010."

Indicazioni operative sulla prova periodica di tiro per i cacciatori, prevista dall’articolo 12 comma 6) della legge regionale 19 giugno 2018, n. 5. (Tutela della fauna e gestione faunistico-venatoria).

Articolo 1 (Scopo)

1. la prova periodica della precisione di tiro per cacciatori mira ad assicurare un esercizio venatorio conforme alle esigenze di sicurezza e di protezione degli animali.

Articolo 2 (Competenza e attestazione)

1. L’attestato di partecipazione a prova di tiro è rilasciato da una sezione di tiro a segno nazionale o di poligono privato autorizzato con licenza di pubblica sicurezza ed è sottoscritto dal direttore di tiro o dall’istruttore di tiro, abilitati a seguito dell’autorizzazione prevista dagli articoli 9 e 31 della legge 18 aprile 1975, n. 110 “(Norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi,
delle munizioni e degli esplosivi)”.

Articolo 3 (Funzione)

1. La prova di tiro di cui all’articolo 12 comma 6 della l.r. 19 giugno 2018, n. 5 è predisposta per certificare una sessione di prova di tiro con l’arma utilizzata per l’attività venatoria; a tal fine l’attestato di tiro deve riportare la marca, il calibro e la matricola dell’arma utilizzata nella prova.

Articolo 4 (Svolgimento della prova)

1. Per la caccia di selezione al cinghiale la prova di tiro consiste in 5 tiri senza appoggio verso un bersaglio di tipo standard posto oltre i 25 metri. La prova di tiro si intende superata con una concentrazione di almeno 4 colpi su 5 all’interno di detto bersaglio.
2. Per la caccia di selezione agli ungulati la prova di tiro consiste in 5 tiri in appoggio verso un bersaglio di tipo standard posto oltre i 70 metri. La prova di tiro si intende superata con una concentrazione di almeno 4 colpi su 5 all’interno di detto bersaglio.

Articolo 5 (Periodo di validità)

1. L’attestato di partecipazione alla prova di tiro ha validità di trenta mesi dalla data del conseguimento.

Articolo 6 (Norma transitoria)

1. Gli attestati comprovanti il superamento della prova di tiro, rilasciati nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 12 comma 6 della l.r. 5/2018 prima dell’approvazione delle presenti indicazioni operative, conservano validità ed efficacia.

Scarica l'allegato PDF

13/12/2019

NELL'AUGURARE A TUTTI I CACCIATORI ED ALLE LORO FAMIGLIE UN FELICE NATALE SI INFORMA CHE I NOSTRI UFFICI RIMARRANNO CHIUSI MARTEDI' 24 E 31 DICEMBRE.


A CACCIA NON SI VA' QUANDO.... 15/11/2019

In riferimento alla Legge Regionale 19 giugno 2018, n. 5 art. 23 lettera e) ed alla D.G.R. n° 20-8485 del 01/03/2019 la caccia è vietata sui terreni coperti in tutto o nella maggior parte di neve. E' consentita esclusivamente nella forma di caccia di selezione, per tutti gli ungulati, ivi compresa la specie cinghiale.


CONTROLLO SPECIE CINGHIALE - CORSO PER L'UTILIZZO DI IMPIANTI DI CATTURA 04/11/2019

Il Piano di contenimento della specie cinghiale approvato dal Consiglio Provinciale in data 24/09/2019 n. 32-58443, prevede tra le tecniche e mezzi per il controllo del “cinghiale” la cattura con sistemi di trappolaggio mediante l’utilizzo di gabbie o recinti.
I soggetti titolati ad effettuare questo tipo di controllo sono individuati tra i proprietari o conduttori dei fondi sui quali si attua il piano stesso al fine di contenere i danni alle produzioni agricole.
La Provincia di Alessandria mediante la D.D. n. 925-63553 del 07/10/2019 intende effettuare il Corso di formazione rivolto ai proprietari e conduttori di fondi che intendano avvalersi di tali impianti per la cattura del cinghiale.
Il Corso della durata di 3 ore complessive a cura del personale dipendente dell’Amministrazione avrà luogo presso la Sede di Via Galimberti 2 in Alessandria e prevede l’acquisizione delle conoscenze tecniche sui materiali e sulle modalità d’impiego, nonché conoscenze biologiche sulla specie cinghiale.
Le domande di iscrizione al Corso dovranno essere compilate sull’apposito modulo e inviate singolarmente allo scrivente Servizio Gestione Fauna Selvatica e Ittiofauna entro la data del 22 NOVEMBRE 2019

Il pdf allegato contiene l'istanza di partecipazione al corso per l'abilitazione all'utilizzo di impianti di cattura del cinghiale

Scarica l'allegato PDF

CHIUSURA UFFICI PER PONTE DI OGNISSANTI 29/10/2019

Gli uffici di questo Ambito rimarranno chiusi il giorno sabato 02 novembre